La fibromialgia è una di quelle condizioni di salute difficili da trattare, perché gli antidolorifici non forniscono effetti sufficienti per porre fine al dolore. Per questo motivo, molti pazienti sono alla ricerca di terapie alternative e cannabinoidi hanno recentemente iniziato a diffondersi come opzione popolare.

Mentre ci sono ancora pochi studi sugli effetti del CBD sulla fibromialgia, alcuni cannabinoidi, in particolare i cannabinoidi, hanno dimostrato di aiutare ad alleviare alcuni dei loro sintomi, come il dolore e la rigidità muscolare.

Il cannabidiolo è una sostanza naturale derivata dalla marijuana che non ha effetti psicotropi e nessun effetto collaterale importante. Ma d’altra parte, può fornire effetti medicinali positivi che possono migliorare la qualità della vita dei pazienti affetti da fibromialgia e dolore cronico.

Se volete saperne di più su CBD per maggiori informazioni, si prega di fare riferimento a questo articolo.

Che cos’è la Fibromialgia e come la Cura?

FibromialgiaLa fibromialgia è una sindrome reumatica che ha origine nel sistema nervoso centrale. È caratterizzata da dolore diffuso ed estrema sensibilità al dolore. Alcuni pazienti sentono dolore anche se lo stimolo non dovrebbe causarlo.

Si tratta di una sindrome molto difficile da trattare ed è considerata incurabile, in quanto le cause non sono ancora note.

I farmaci esistenti, così come gli antidolorifici, non forniscono i risultati desiderati per il trattamento e il sollievo dei sintomi:

  • Dolore cronico generalizzato.
  • Eccessiva sensibilità al dolore in diverse aree del corpo.
  • Allodinia (dolore prima di stimoli indolori).
  • Mestruazioni dolorose.
  • Difficoltà a dormire.
  • Rigidità mattutina.
  • Intorpidimento delle mani e/o dei piedi.
  • Mancanza di memoria e difficoltà di concentrazione.

Per questo motivo, l’interesse dei pazienti per i trattamenti alternativi sta crescendo. Negli ultimi anni l’attenzione si è concentrata su una delle sostanze contenute nella pianta Cannabis sativa: il cannabidiolo (CBD).

La CBD può essere Utile per alleviare la Fibromialgia?

I risultati della ricerca indicano che il cannabiniolo (CBD) offre buoni risultati nel sollievo dal dolore, che può essere utile per ridurre i sintomi di malattie come la fibromialgia.

Il CBD è uno dei composti cannabinoidi contenuti nella pianta di Cannabis, ma a differenza del THC, non ha gli effetti psicotropi della marijuana. Il cannabidiolo è una sostanza usata solo per scopi medicinali ed è il cannabinoide più usato per scopi medici.

Potete leggere tutte le informazioni sulla pianta di cannabis e sui suoi usi nella Cannabis Medicinale: Tutto sulla canapa e sulla marijuana terapeutica.

I risultati degli studi condotti con CBD indicano che è sicuro per il consumo umano, e i pazienti ritengono che offre buoni risultati.

Un’indagine su oltre 1300 pazienti con dolore cronico ha rilevato che il 62% considerava la CBD molto efficace nell’alleviare i sintomi.

Trattamento della Fibromialgia con CBD

Trattamento della Fibromialgia con CBDL’efficacia del trattamento con CBD per la fibromialgia non è stata dimostrata clinicamente, tuttavia, la ricerca indica che mentre non è una cura, sembra aiutare i pazienti affetti da fibromialgia a far fronte ai sintomi.

Il prodotto comunemente usato è l’olio di cannabidiolo (CBD). Si tratta di un petrolio che viene commercializzato legalmente, in quanto il suo uso è stato regolamentato quasi ovunque nel mondo. Tuttavia, la qualità dell’olio può variare, quindi è importante acquistare sempre un prodotto certificato. Ciò garantisce che le proporzioni di CBD siano adeguate, che il prodotto sia prodotto a partire da canapa regolamentata e che non contenga livelli illegali di THC.

Inoltre, va tenuto presente che la qualità del prodotto è essenziale per esprimere un parere sull’efficacia o meno dello stesso. Si tratta di un aspetto importante, poiché l’uso della CBD è diventato molto popolare e sul mercato è presente un’ampia varietà di prodotti a base di CBD.

Anche se non è molto pubblicizzato (i grandi farmacisti non lo producono), il “passaparola” dei pazienti, delle loro famiglie e dei medici ha fatto il suo lavoro: il CBD è sempre più usato per il trattamento della fibromialgia. Se hai provato, o conoscere qualcuno che ha, non esitate a lasciarci un commento. La fibromialgia non è ancora trattata in modo efficace e non è stata trovata alcuna cura, quindi il vostro contributo può essere vitale per aiutare qualcun altro a far fronte al dolore.