La memoria è una delle componenti trascendenti e importanti dell’intelligenza umana. Credo che ne siamo tutti consapevoli. In questo senso, perché non valorizzarlo con il cibo per la memoria?

Per quanto riguarda i nostri ricordi, o la nostra memoria … Se c’è qualche cambiamento che lo colpisce, è un segno che qualcosa sta accadendo nel cervello. Questo è spesso attribuito all’età. I nostri neuroni memorizzano informazioni uditive, motorie e visive e quando le memorizziamo successivamente le usiamo per ricordare i fatti. Tuttavia, il passare degli anni ci fa dimenticare molti eventi e riferimenti.

Durante la formazione del nostro cervello, c’è una fase molto critica che si stima essere l’ultimo trimestre di gravidanza, e poi continua fino a circa due anni di età. La memoria aumenta durante il periodo che va dall’adolescenza all’età di 25 anni. Tuttavia, le persone che preparano la loro memoria studiando ed esercitando il loro cervello dopo questa età conservano la loro memoria, ma coloro che non cominciano a perdere le loro facoltà.Cibi che aiutano la memoria

Se vogliamo prestazioni cerebrali ottimali, abbiamo bisogno di una dieta adeguata, che ci aiuterà a migliorare la nostra memoria e la concentrazione.

I nostri cervelli, come altri organi del nostro corpo, tendono a reagire in base al cibo che mangiamo. Per questo motivo, a seconda di ciò che mangiamo, la sua performance sarà maggiore o minore, quindi è necessario consumare cibo per la memoria, che svolgerà un ruolo vitale nello sviluppo ottimale delle nostre attività mentali.

Quali cibi per la memoria dovremmo mangiare?

La maggior parte degli alimenti che mangiamo contengono nutrienti che sono vitali per la formazione del tessuto cerebrale, tuttavia, alcuni lavori mentali richiede una maggiore quantità di alcune sostanze nutritive per il rifornimento.

Per funzionare correttamente, il cervello ha bisogno di alcuni nutrienti specifici come vitamine, grassi, minerali e glucosio. Quest’ultimo è il principale carburante del nostro cervello, e possiamo trovarlo in carboidrati.

D’altra parte, questo importante organo produce acidi grassi e proteine per mantenere e sviluppare le connessioni neurali.

Inoltre, alcuni acidi grassi sono fondamentali per mantenere il nostro cervello in condizioni ottimali, come omega 6 e omega 3.

Dieci alimenti per la memoria

Abbiamo tutti sofferto di sorpresa ad un certo punto da una perdita di memoria maggiore o accidentale dimenticanza, quando pensiamo di fare qualcosa per cercare di migliorare la nostra memoria.

La risposta è che si può fare. Vi presenteremo dieci alimenti per la vostra memoria, che sicuramente agiscono sul vostro cervello per preservarlo e per prevenire alcune malattie come il morbo di Alzheimer.

Mele:

Protegge il cervello dalle malattie neurodegenerative. Mangiare una mela al giorno ci dà quercetina (antiossidante), previene anche i raffreddori, protegge il cuore e migliora la capacità polmonare e la memoria.

Mirtilli:

Hanno un pigmento vegetale chiamato antociani, che riduce progressivamente i danni subiti dal cervello, contribuendo a preservare la nostra memoria, anche prevenire la demenza di Alzheimer e senile. Gli studi hanno dimostrato che il consumo di mirtilli mantiene regolarmente la nostra mente più giovane.

Spinaci:

Contiene luteina, che protegge le cellule cerebrali dai processi degenerativi. E ‘anche ricco di acido folico che aiuta ad aumentare la velocità con cui il nostro cervello elabora le informazioni, migliorando la concentrazione e le prestazioni mentali.

More di rovo e fragole:

Sintonizzano la memoria e stabilizzano la glicemia, in quanto hanno un alto contenuto di antiossidanti e hanno anche vitamina c.

Il pesce:

Molti come sardine, tonno e trote forniscono omega 3, che ha un alto potere cerebrale, che aiuta a ridurre la possibilità di soffrire di ictus, anche aiutare a preservare la memoria e ritardare il deterioramento mentale.

Sedano:

Contiene un componente chiamato luteolina che riduce i normali effetti dell’invecchiamento e il rilascio di alcune molecole che normalmente infiammano il cervello (causando perdita di memoria). Il suo olio essenziale è utilizzato per le sue elevate proprietà antiossidanti.

Dadi:

Contengono vitamina e, che è un antiossidante che diminuisce i danni cognitivi legati all’età, migliorando e migliorando la memoria. D’altra parte, abbassano il colesterolo e combattono il cancro.

Cioccolato (sono sicuro che questo è quello che ti è piaciuto di più):

Ha stimolanti naturali come la caffeina e proprietà antiossidanti che migliorano la concentrazione, l’attenzione e la memoria.

Avocado:

Riduce l’accumulo di placca, aumentando il flusso sanguigno al cuore e al cervello.

Ginseng:

Riduce il deficit di attenzione, migliora l’umore degli anziani e migliora la memoria.

Intelligenza emotiva e abitudini alimentari

Per quanto riguarda i disturbi dell’alimentazione, è stato rilevato che esiste un legame tra una cattiva gestione emotiva e una cattiva alimentazione.

Molte volte usiamo il cibo per rilassarci e regalare un momento piacevole. Tuttavia, questa alimentazione emotiva deve essere controllata, dal momento che non dobbiamo correre a mangiare ogni volta che siamo stressati, felici, tristi o stanchi, perché finiremmo per mangiare troppo.

Dobbiamo quindi stabilire un equilibrio nella nostra dieta, non solo controllando l’assunzione di cibo per mezzo delle emozioni. Si tratta di fornire al nostro corpo un cibo adeguato per la memoria. Ci aiuteranno a sviluppare in modo efficiente i nostri processi mentali e la nostra memoria, mantenendoci in buona salute e quindi felici.

Iniziate a viziarvi e aiutateci a diffondere queste informazioni attraverso i social network. Anche la vostra opinione è importante per noi, vi invitiamo a comunicarci le vostre preoccupazioni o a raccontarci le vostre esperienze.